Contemporanee Contemporanei - AGI Verona

Contemporanee Contemporanei - AGI Verona

Contemporanee/Contemporanei è il nuovo progetto di sensibilizzazione e di formazione all’arte contemporanea nato grazie alla collaborazione tra Ateneo veronese e Agi Verona dei veronesi Anna e Giorgio Fasol, noti collezionisti di opere di giovani emergenti. Obiettivo della convenzione è rendere l’università un luogo di confronto con l’arte, intesa come una chiave interpretativa della realtà. Cuore dell’esposizione è il complesso di Santa Marta, ex Provianda delle truppe asburgiche, oggi nuovo spazio che accoglie conoscenza, innovazione e sperimentazione, aperto alla comunità universitaria, alla città e al territorio.
Giorgio Fasol, frontman della collezione AGI Verona, così si rivolge ai giovani studenti: "Le opere scelte per questa mostra ... appartengono per lo più a giovani artisti, perchè è questa la direzione da seguire." E ancora: "Lasciatevi contagiare senza paura dall'importanza della ricerca, dalla vertigine della scoperta, dal brivido della passione, dal piacere del contatto..."
Le opere in mostra accompagnano i luoghi di studio (Santa Marta e altre cinque sedi dell'Università) senza imporre il proprio linguaggio con l'obiettivo di incoraggiare il confronto disciplinare e la contaminazione tra arte e ricerca scientifica. Si tratta della più corposa mostra pubblica fatta in Italia con opere prodotte soprattutto negli anni Duemila. Ci sono lavori di Gianni Caravaggio, Eva Marisaldi, Luca Bertolo, Giovanni Morbin, Adrian Paci ma anche del veronese Luca Trevisani, di Mico Vascellari, Jacopo Mazzonelli...
Sono state proposte (e ancora lo saranno) visite guidate su prenotazione a cura di studenti dell'Ateneo, grazie alle quali i visitatori sono accompagnati alla fruizione di oltre 70 tra video, installazioni, sculture e dipinti. L'ingresso è gratuito come le visite guidate che vi consigliamo ma che non sono programmate con cadenze precise. Il suggerimento è di prendere contatto con la Direzione Comunicazione e Governance dell'Ateneo (Telefono: 045.8028015 - 8717 Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. sito ufficiale).
Per cogliere quelle che sono le dinamiche e gli stimoli che la mostra può trasmettere, presentiamo l'opera "Redefining the Power II", 2011, dell' artista Kiliuanji Kia Henda (Luanda, 1979) che è stata pubblicata sulla copertina della brochure e sullo stendardo nel cortile di Santa Marta. Citiamo direttamente dalla scheda: "L'opera è parte della serie Redefining the Power (Ridefinizione del Potere) in cui l'artista ritrae una serie di performer luandesi in posa su piedistalli vuoti presenti nel paese, retaggio dei monumenti del colonialismo. Le fotografie sono state scattate riproducendo la prospettiva di una serie di cartoline storiche in circolazione all'epoca dell'occupazione portoghese. Le statue furono rimosse dopo la dichiarazione d'indipendenza dell'Angola e da allora i basamenti sono rimasti vuoti. Mentre il governo immagina un futuro per quei sostegni, l'artista auspica un'evoluzione sociale che veda protagoniste le nuove generazioni.".
Ogni opera in mostra è affiancata da schede essenziali ma indispensabili,  bussole per orientarci nella comprensione: autore con data e luogo di nascita, titolo, anno, tecnica, dimensioni, provenienza, breve descrizione.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 11-09-2019 00:00
Termine evento 31-12-2024 00:00
Luogo Complesso di Santa Marta
Categorie degli eventi ARTE E MOSTRE

Complesso di Santa Marta

Università di Verona - Polo universitario Santa Marta

{media id=1567,layout=details-lightbox}

Comment