Lunedì, 08 Dicembre 2014 08:55

Noble Explosion: non solo fotografia In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ho visitato la mostra alla Palazzina dei Giardini di Modena del fotografo Robert Pettena dal titolo Noble Explosion (6 dicembre 2014 – 1 marzo 2015). Entri nello spazio espositivo e da subito sei colpito da fotografie tecnicamente impeccabili. Hai netta però la sensazione di essere circondato da un'atmosfera particolare che oscilla tra natura e archeologia industriale. Hai la sensazione di dover trovare il percorso, la via di lettura, l'anima di questa esposizione.

Presto ti rendi conto che tutto ruota intorno alla figura di Alfred Nobel e di alcuni siti italiani. Si, Alfred Nobel, proprio l'ideatore dell'omonimo e prestigiosissimo Premio Nobel ma anche l'inventore della dinamite. La mostra attraverso una selezione di circa 50 fotografie (alle quali sono affiancati disegni e materiale d'archivio) ti guida in un'avvincente indagine sulla storia e sui paradossi di una delle figure più complesse del secondo Ottocento: l'inventore, imprenditore e filantropo Alfred Nobel.

Alfred non appare mai direttamente, nessuna sua fotografia, neppure rielaborata o di repertorio. Ci sono foto di alcuni siti italiani di sue ex aziende (alla sua morte erano 19 gli stabilimenti che possedeva in Italia e 99 nel mondo), della sua villa di San Remo dove è vissuto negli ultimi 5 anni ed è morto nel 1896, del municipio di Stoccolma, la città in cui è nato e in cui ogni anni si consegnano i premi Nobel. In una stanza della Palazzina si può ascoltare l'intervista immaginaria declamata da due attori  e riportata integralmente nel catalogo.

Tutta la ricerca di Pettena nasce dalla vista di  uno strano groviglio di rovi nei pressi di Forte dei Marmi che attira la sua attenzione qualche anno fa mentre viaggia in macchina. Se lo appunta e decide che prima o poi sarebbe andato a rivederlo e a fotografarlo. Da quel sito parte il suo lavoro e il suo studio su Alfred Nobel, concentrando la sua attenzione sui siti italiani di cui solo alcuni sono "documentati" in mostra. L'ultima fabbrica a chiudere i battenti, nel 1990, è stato la SIPE Nobel di Spilamberto che produceva "razzi antigrandine".

Il catalogo fornisce ulteriori selezionati approfondimenti sulla "galassia Nobel". Si possono leggere le parole di Victor Hugo che descrive Alfred Nobel come "il vagabondo più ricco d'Europa". Si trova testimonianza dell'amicizia con il collega di Ascanio Sobrero (il chimico torinese che sintetizzò la nitroglicerina e che brevettò anche il sobrenolo, lo sciroppo per la tosse che ancora oggi si usa: il Sobrepin). Si viene a sapere che egli si era interessato di filosofia, religioni, economia ...

Noble Explosion: una mostra fotografica che non è solo una mostra di fotografia!

 

 

Letto 1608 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Settembre 2017 13:58
Il Blog di Mara

"Parole e immagini" potrebbe essere il leitmotiv di questo blog. Parole perchè si tratta sempre di pensieri stringati, minimi, appuntati su eventi che ho vissuto o che mi hanno stimolato. Immagini, perchè quelle scelte sono in maggioranza “immagini” derivate dal mondo dell'arte contemporanea per tanti anni il mio ambiente lavorativo (presso Giancarlo Politi Editore). Un “mondo”, l'arte contemporanea, che è una delle passioni che condivido con mio marito Luigi Meneghelli (critico d'arte): un mondo fatto di immagini fisse e in movimento, di contaminazioni, di luoghi... di persone.

www.veronalive.it

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: « Il Museo di Melania Io sono cultura »
Devi effettuare il login per inviare commenti