Lunedì, 16 Luglio 2012 09:22

Perchè Ai Weiwei? Biennale? No Princeton.

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ai Weiwei (1957) è uno dei più originali e controversi artisti contemporanei. Due sue opere sono esposte alla Biennale Arte di Venezia, in uno degli eventi collaterali che caratterizzano questa 55° edizione

(http://ilcalibro.com/2013/05/30/ai-weiwei-alla-biennale-arte-di-venezia/). Il motivo che mi ha spinto a soffermare l’attenzione su questo artista cinese è però la mostra (1° agosto 2012 – 1° agosto 2013 - http://www.youtube.com/watch?v=0ZJwXIz31b8) e il libro, pubblicato anche in Italia (http://www.lastampa.it/2013/05/28/cultura/contro-il-libretto-di-mao-gli-aforismi-di-ai-wei-wei-L21B5wC4sx4JYKEdcq18uM/pagina.html) promossi dall’Università di Princeton. Sono soprattutto le motivazioni di Larry Warsh e J. Richard Allen che mi hanno colpito: “Come la mostra, così il libro si sforza di far conoscere Ai Weiwei al pubblico estraneo al mondo dell’arte, in particolare al mondo dei college e delle università.”

 

Letto 2397 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Settembre 2017 13:08
Il Blog di Mara

"Parole e immagini" potrebbe essere il leitmotiv di questo blog. Parole perchè si tratta sempre di pensieri stringati, minimi, appuntati su eventi che ho vissuto o che mi hanno stimolato. Immagini, perchè quelle scelte sono in maggioranza “immagini” derivate dal mondo dell'arte contemporanea per tanti anni il mio ambiente lavorativo (presso Giancarlo Politi Editore). Un “mondo”, l'arte contemporanea, che è una delle passioni che condivido con mio marito Luigi Meneghelli (critico d'arte): un mondo fatto di immagini fisse e in movimento, di contaminazioni, di luoghi... di persone.

www.veronalive.it
Devi effettuare il login per inviare commenti