Martedì, 04 Dicembre 2012 09:33

A proposito del Carosello con Capogrossi

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un'amica mi ha scritto, relativamente all'aritcolo su Capogrossi: "in realtà sono rimasta un pò basita a vedere l'uso utilitaristico dell'attività di un artista in Carosello....per fare pubblicità a un liquore...e anche alle sue opere adatte ad ogni casa ...

quasi come oggetto di arredamento...bo? .."

E' vero. Da un certo punto di vista è stata una strumentalizzazione e una banalizzazione dell'opera di questo artista. Ma, se vogliamo dirla tutta, questo tipo di strumentalizzazione rendeva (e rende ancor oggi), che si tratti di un artista o di un attore, di un atleta o di una velina. Ho segnalato il Carosello con Capogrossi proprio per stimolare riflessioni. Tra l'altro nella serie caricata nel citato articolo c'è una pubblicità anche con Dario Fo'.

E per chiudere aggiungo che nell'asta di Christie's di arte moderna e contemporanea (29-30 maggio 2012 a Palazzo Clerici a Milano) le star dell'incanto sono state Burri, Fontana, Capogrossi e De Chirico, dove il "nostro" Capogrossi con l'opera "Superficie 668" ha superato le stime di 130mila-180mila euro ed è stata battuta per 252.800 euro.

Letto 3709 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Settembre 2017 11:21
Il Blog di Mara

"Parole e immagini" potrebbe essere il leitmotiv di questo blog. Parole perchè si tratta sempre di pensieri stringati, minimi, appuntati su eventi che ho vissuto o che mi hanno stimolato. Immagini, perchè quelle scelte sono in maggioranza “immagini” derivate dal mondo dell'arte contemporanea per tanti anni il mio ambiente lavorativo (presso Giancarlo Politi Editore). Un “mondo”, l'arte contemporanea, che è una delle passioni che condivido con mio marito Luigi Meneghelli (critico d'arte): un mondo fatto di immagini fisse e in movimento, di contaminazioni, di luoghi... di persone.

www.veronalive.it
Devi effettuare il login per inviare commenti