Sofia_Righetti_campionessa

Quarto incontro con i relatori del TEDxVerona in vista dell'appuntamento del 1° marzo.

Sofia Righetti è una giovane veronese (1988, Negrar) che da quando ha cinque mesi ha perso l'uso delle gambe per un'ischemia midollare dovuta ad un errore medico e si muove in carrozzina. Si laurea a pieni voti in Filosofia della Medicina a Bologna e sta concludendo gli studi magistrali in Scienze Filosofiche. Per anni ha suonato la chitarra elettrica in varie band rock/metal e ha posato come fotomodella per diversi fotografi.
Nel 2012 inizia la sua carriera sportiva e in 2 anni diventa campionessa nazionale di Sci Alpino, medaglia d'oro in slalom gigante e d'argento in slalom speciale. E' vegana e sostenitrice dei diritti degli animali.
 
La disabilità, paradossalmente, è il frutto della civiltà e dei nostri tempi. Lo sforzo maggiore che oggi la società civile deve fare è sdoganare e aiutare chi ha un'autonomia fisica ridotta. L'handicap fisico non è altro che una caratteristica fisica. Ce l'ha mostrato il bellissimo film dei registi Nakache e Toledano "Quasi amici". Ma libri e film arrivano sempre dopo. Dopo che qualcuno ha già vinto la sua battaglia per non sentirsi diverso, ma semplicemente una persona.
E non sempre c'è dietro una famiglia ricchissima come nel caso del protagonista del film
powered by social2s
Giovanni_Da_Modena_-_The_Return_of_the_Magi_-_WGA09416

Martedì 24 febbraio 2015 ore 17.30
Palazzo della Gran Guardia Piazza Bra, Verona Sala Conferenze
 Daniele Benati
Università degli Studi di Bologna

Secondo incontro del ciclo di conferenze promosse dal Comune di Verona, Cultura, Direzione Musei d’Arte e Monumenti e dall’Università degli Studi di Verona, Facoltà di Lettere, Corso di Laurea in Beni Culturali. L’iniziativa si avvale della collaborazione degli Amici dei Civici Musei d’Arte di Verona. Il programma per l’inverno e la primavera 2015 propone l’intervento di specialisti che illustreranno esposizioni attualmente in corso (Giovanni da Modena. Un pittore all’ombra di San Petronio al Museo Civico Medievale di Bologna), l’importantissimo cantiere di san Pietro a Roma, il contributo che le moderne tecniche di indagine possono portare allo studio delle opere d’arte e la figura di Lucio Fontana.

Giovanni da Modena. Un pittore al tempo del Grande Scisma d’Occidente

Tra i protagonisti che animano la scena del tardogotico padano, Giovanni di Pietro Falloppi da Modena (circa 1375 - 1456) occupa un posto di primo piano per la precocità della sua esperienza e le singolari antinomie su cui si basa il suo linguaggio, assai più forte e violento di quello che connota altri artisti coevi. Se Roberto Longhi leggeva tali caratteri come espressione del clima comunale e “di popolo” che aveva determinato la costruzione

powered by social2s
Carla_Cico_TEDxVerona
 
Terzo incontro con i relatori del TedxVerona in vista dell'appuntamento del 1° marzo.

Carla Cico, nata a Verona, è una "megamanager" che si è formata in Italia: si, proprio nelle nostre disastrate e bistrattate scuole. Laureata in Lingue orientali a Venezia, ha preso il volo, per studiare alla London Business School e alla Normal Superior University di Taiwan. E' multilingue: parla anche il mandarino!
Con una tale preparazione non poteva che lavorare in aziende internazionali, apprezzata per la sua profonda conoscenza dei mercati e delle dinamiche socio-politiche mondiali. Nel 2005, a 44 anni, viene inserita nella classifica di Forbes tra le 100 donne più influenti al mondo.
Salutista, va a correre la mattina con i suoi collaboratori. Anche per forgiare il team. E' una maratoneta e applica pure nel lavoro una visione a lungo termine.
 
Al TEDxVerona parlerà delle sue esperienze. L'auspicio è che le scelte lavorative fatte lontano da Verona (e dall'Italia) siano dovute più alla curiosità, alla voglia di confrontarsi con altri mondi e altre culture che a una "necessità"... Lavorare all'estero per molti giovani, oggi non è più una scelta, ma un ripiego. È necessario cambiare l'atteggiamento mentale nei confronti del lavoro? Andare a lavorare all'estero come si va per l'Erasmus o per un Master? Viviamo un
powered by social2s
Francesco_Fatone

Secondo incontro con i relatori del TEDxVerona in vista del fatidico appuntamento del 1° marzo.

È la volta di un italiano: Francesco Fatone. Nato a Venosa, in Basilicata, vive e lavora a Verona. Giovane e infaticabile ingegnere, ricercatore di Impianti chimici del Dipartimento di Biotecnologie dell'Università di Verona.

È il trend della ricerca attuale: il risparmio energetico, il riciclo, la salvaguardia del territorio e del pianeta. Lascia a desiderare l'impegno dell'industria, delle istituzioni, ma anche quello del singolo cittadino nell'adottare questi principi.

Siamo abituati al recupero degli scarti, ma forse non ne abbiamo ancora piena coscienza. Dagli scarti dell'uva si possano estrarre preziosi polifenoli (per usi medici e cosmetici, come ha illustrato Clara Cassinelli lo scorso anno durante il primo TEDxVerona).

Le arance si possono impiegare non solo come prodotto alimentare, ma anche come frutta-simbolo di una corretta alimentazione consigliata dalla LILT, Lega Italiana Lotta contro i Tumori. E due giovani siciliane hanno fatto addirittura nascere una start-up per ricavarne fibre tessili e profumate.

Ma Fatone va oltre. Mendiante applicazioni biotecnologiche e ambientali dell'ingegneria chimica recupera bio-risorse dalle acque reflue e dai rifiuti organici (dalle fogne!) ottimizzando gli impianti di depurazione. Dagli scarti vuole recuperare energie rinnovabili, fertilizzanti, biopolimeri e bioplastiche. Chapeau!

Il pensiero va alla ballata "Via del campo" di Fabrizio

powered by social2s
Gabor_George_Burt
Inizia il countdown verso il 1° marzo, giorno in cui si tiene la seconda edizione di TedxVerona. Un relatore al giorno per dodici giorni.
"Innovazione e curiosità" sono le parole chiave che uniscono i protagonisti del TEDxVerona, persone che hanno idee originali e che devono anche saperle raccontare. E se da una parte questo può essere un limite, dall'altra è una delle componenti del successo del format TED. I relatori sono stati individuati dal team e le loro "storie" elaborate, scavate, colte nel loro senso più profondo. Ciascuno ha a disposizione solo 18 minuti. Un flash per rivelarci e farci condividere "una storia" che sa di leggenda.
TedxVerona riesce sempre a sorprendere. Non ha portato come relatore l'economista francese Piketty (figura già fin troppo nota). Ha preferito il meno conosciuto ungherese Gabor. Più precisamente Gabor George Burt, nato a Budapest, protagonista nella definizione di strategie innovative per aziende internazionali (in lista Fortune TOP 500) e di start-up di successo.
 
Facendo qualche ricerca su questo relatore, ci si imbatte subito ne "Il Metodo Fionda", il titolo del suo libro che ha come didascalia "re-inventare il vostro business, re-inventare la vostra vita" (pubblicato anche in Italia).
Gabor teorizza un metodo operativo semplice e diretto. Come quello di un bambino che lancia sassi con
powered by social2s
loc_filoreligioprimoseminario_generale

18 febbraio, 8 aprile, 13 maggio, 30 settembre 2015

 

Il Centro Studi del Fenomeno Religioso della Fondazione Campostrini, nell’anno 2015, intende dedicare i percorsi di ricerca al Divino come problema filosofico in quattro giornate di studio mensili più un convegno finale a ingresso libero in Filosofia della Religione, coordinati da Damiano Bondi, ricercatore della fondazione in via Santa Maria in Organo, 2. I ricercatori coinvolti quest’anno sono Sergio Berardini, Sofia Vescovelli e Fabrizio Renzi che saranno a loro volta seguiti dai ricercatori del 2014. Un filo che vuole unire nuove generazioni di ricercatori in una continua produzione di materiali utili al pubblico veronese e non solo.

Saranno indagati da mercoledì 18 febbraio dalle 8.30 alle 18.30, data del primo seminario mensile, tre aspetti fondamentali del vissuto religioso: il sacro in quanto mistero soggiacente anche alla sua stessa manifestazione; il male come esperienza di una finitudine inalienabile che ci costituisce come uomini di fronte ad un Dio non coercitivo; la testimonianza come dimensione essenziale della vita sociale in quanto istituente una relazione, e dunque aperta alla possibilità di pervenire anche alla conoscenza della verità della fede religiosa in quanto traditum fiduciale.

I percorsi di ricerca vedranno impegnati in prima persona tre giovani studiosi italiani, ognuno su un tema specifico, seguiti ognuno da un tutor che

powered by social2s